Se vi dicessimo che siamo sempre più vicini al poter vivere la scena in cui Obi One Kenobi parlava con l’immagine olografica della principessa Leyla? Che comunicare con ologrammi non è poi così fantascientifico?

Con l’arrivo delle rete mobili a banda larga 5G, tra cinque anni potremmo essere visibili in ogni dove tridimensionalmente. I dispositivi mobili potrebbero essere in grado di gestire notevoli quantità di dati, a velocità ancora più elevate, concretizzando esperienze di realtà virtuale.

Gli esperimenti sono già in corso, ne è la prova la chiamata avvenuta l’anno scorso tra un dipendente di KT a Seul e l’ologramma di un dipendente di Verizon nel New Jersey.

Restate sintonizzati per scoprire l’evoluzione della telefonata “olografica”!