Se fossi un politico, se ti fossi candidato alle elezioni presidenziali della terza più grande democrazia al mondo, se dovessi affrontare una campagna elettorale molto intensa, perchè il tuo obiettivo è riuscire a raggiungere 190 milioni di votanti prima delle elezione del 17 Aprile…cosa faresti?

Nonostante sia una mission impossible, il presidente indonesiano Joko Widodo è riuscito a trovare una soluzione. Proprio questa settimana infatti ha avviato una campagna high tech per essere presente a tutte le attività di propaganda.

Un Widodo in abiti casual, ma soprattutto in versione olografica, terrà i comizi nelle popolatissime province di Giava occidentale, orientale e centrale; nel mentre, un Widodo in carne ed ossa parteciperà a diversi eventi nelle altre zone del Paese.

Il leader indonesiano però non è il primo politico ad aver intuito le potenzialità della tecnologia olografica. In Turchia, ad esempio, l’ologramma del primo ministro Erdogan ha stupito i sostenitori, distraendoli per quel momento dallo scandalo per corruzione in cui era coinvolto; prima di lui, l’indiano Narendra Modi usò per la sua campagna elettorale 26 ologrammi, considerati espedienti sicuri in caso di rischio di contestazioni o attentati; per non parlare dello spettacolo olografico Grillo contro Grillo.

La tattica del “Two is megl’ che one” sarà efficace anche per Joko Widodo? Lo scopriremo tra un mese.