Le innovazioni digitali stanno conquistando anche i settori più distanti dal mondo tecnologico.

L’industria della moda e del lusso, dominata da sempre dall’artigianalità, sta subendo importanti cambiamenti con il supporto del digitale: nuovi canali, modalità di acquisto diverse, processi produttivi innovativi, l’ingresso dell’intelligenza artificiale nel settore…

Durante il Digital Difference in Retail, evento tenutosi alla StationF di Parigi, sono state raccontate proprio queste storie di innovazione nel mondo della moda e del lusso.
L’interessante confronto ha sicuramente stimolato nuove sperimentazioni, ma andiamo a scoprire nel dettaglio come la tecnologia si è mostrata fondamentale.

Giovani startup hanno sfruttato l’A.I. per analizzare milioni di immagini: così da intuire nuovi stili e tendenze, studiare condizioni di vendita di mercati paralleli, trovare vestiti con un fit adatto all’utente che sta svolgendo la ricerca, o, ancora, favorire il planning della domanda di alcuni prodotti.

Applicando la tecnologia RFID alla tracciabilità dei tessuti,invece, si può sopperire agli sprechi ed all’inquinazione, incrementando la quantità di capi riciclati e consentendo di sfruttare i benefici dell’economia circolare.

La tecnologia ritorna utile per altri innumerevoli temi, come ad esempio, il trattamento dei dati da parte dei brand, o il percorso di crescita aziendale, analizzabile attraverso la visualizzazione interattiva dei dati di produzione e vendita.

Aspettiamo solo di poter osservare i modelli 3d dei capi direttamente a casa nostra!